Il Gran Priorato d'Italia

   
 


 

 

Benvenuti

La Madonna di Bonaria

Decreto Sovrano Magistrale

Origine della Cavalleria

Figura del Cavaliere

Il Cavaliere e le sue Armi

Nascita dell' Ordine

Gran Maestro

Governo dell' Ordine

Il Gran Priorato d'Italia

Corpo Volontario

Ordini Cavallereschi Non Nazionali

Attività Assistenziale

Attività Ospedaliera

Informazioni

Decorazioni

Articoli Giornale

Apprezzamenti

Libro de visitantes

Contacto

Contador de visitas



 


     
 



L'Ordine è diviso in Giurisdizioni aventi diversa intestazione ma uguale prestigio ed importanza.
Esse formano parte del Governo dell'Ordine e sono comandate da:
Gran Priori
Balivi
Commanderie
Commanderie Ereditarie


Le grandi Giurisdizioni possono essere divise in Sub-Giurisdizioni chiamate Baliaggi o Commanderia ma tali aggregazioni sono sempre soggette alla loro Giurisdizione Nazionale.


Una Giurisdizione Nazionale, nel processo di formazione, sarà chiamata Delegazione. Questa agirà in subordine ad un'altra Giurisdizione Nazionale già funzionante.


I nomi di Gran Priorato e Gran Baliaggio, sono riservati a quelle Giurisdizioni grandi, suddivise in sub giurisdizioni, o che contengano nei loro territori una Commanderia Ereditaria la quale, per sua natura, non risponde alla rispettiva Giurisdizione ma direttamente al Gran Maestro.


I Capi Giurisdizione, debitamente nominati ed approvati, agiscono come diretti rappresentanti del Governo dell'Ordine. Essi sono gli unici responsabili per tutte le materie ed attività, ufficiali e non, per finanze ed appartenenza dei membri della Giurisdizione, così come per le sub giurisdizioni da essa dipendenti.
In accordo con la Costituzione e gli Statuti possono delegare, qualora necessario, i propri poteri al Cancelliere ed ai dignitari della Giurisdizione.

I Capi Giurisdizione possono nominare appropriati Dignitari in qualità di:

Cancelliere Regionale, Precettore Regionale un Hospitaliere ed un Elemosiniere ed altri ufficiali in sottordine ai medesimi, come necessario dalle circostanze, anche nelle Commanderie (sub-giurisdizioni) loro soggette; per quest’ ultime, possono delegare tali poteri ai capi delle sub-giurisdizioni.


Il Capo Giurisdizione nomina, fra i vari ecclesiastici iscritti nella Giurisdizione, un Priore Spirituale.
Alla sostituzione di un Capo Giurisdizione o sub-giurisdizione, tutti i nominati in tali circoscrizioni decadono e debbono essere sostituiti o rinominati. La loro rinomina è a discrezione del nuovo Capo Giurisdizione.

I Capi delle sub-giurisdizioni non formano parte del Governo dell'Ordine, ma i suoi ufficiali andranno in pensione nei medesimi termini e con simili condizioni dei membri facenti parte del Governo dell'Ordine.
Qualsiasi dilazione sarà accordata dal Capo Giurisdizione previa autorizzazione della Gran cancelleria.

Ciascuna Giurisdizione possiede una Bandiera Nazionale, una Bandiera dell'Ordine, dello stesso formato e materiale, una Croce Processionale, una Spada Cerimoniale e cuscini di velluto azzurro per supporto alla Spada ed alle Decorazioni.

Attualmente l'Ordine ha priorati in America Latina, America del Nord, Europa.